“Con il sudore della fronte mangerai il pane; finché tornerai alla terra, perché da essa sei stato tratto: polvere tu sei e in polvere tornerai!” Dio dopo il peccato originale, scaccia Adamo dal giardino dell’Eden condannandolo alla fatica del lavoro e alla morte.

Mi ha sempre affascinato questa parte della Bibbia dove ti viene ricordato da dove provieni e dove inesorabilmente tornerai. Sono molto legato agli elementi, quello che preferisco è l’acqua; in questo breve cortometraggio utilizzo la terra ed invito a riflettere sulla brevità della vita o sulla vanità delle ambizioni umane.

L’uomo creato da Dio prende forma dalla terra che lo circonda, assume coscienza di sé e delle sue potenzialità e tenta di emulare Dio cercando a sua un nuovo essere vivente. Tenta di sostituirsi a Dio rendendosi immortale e padrone della vita, ma sperimenta la sua finitudine che lo condanna alla morte.

Ricordati che sei polvere Marco Rizzo

Titolo: Ricordati che sei polvere
Produzione: 2010 Ita
Lingua: No – Senza dialoghi
Sottotitoli: No
Formato: 16/9 – bianco & nero
Categoria: Corto Sperimentale
Durata: 5 min

Regia: Marco Rizzo
Produzione: Giovanni Rizzo
Montaggio: Marco Rizzo
Art Director: Paolo Rizzo
Assistant: Giorgia Zatta
Cast: Filippo Novello, Fabio Zucchetta

Vimeo

Ricordati che sei polvere
Se ti è piaciuto forse ti può interessare il corto: SAPORE