Bianco e nero

You are currently browsing posts of the "Bianco e nero" tag.
Foto nylon Nudo artistico Marco Rizzo

Persi nel nylon

Corpi nella plastica La plastica come acqua, un onda che ci avvolge, ci soffoca, ci accarezza, filtra le nostre emozioni. Da dentro. Smarrirsi nella trasparenza vischiosa, tra un respiro a metà e una gabbia di fruscii. Sfocati, disperi nei tremolii di un muro impalpabile, gli occhi si volgono al cielo increspato, s’ancorano alla solidità della terra, cercano il buio delle palpebre e scoprono ...
Fotografo professionista Venezia Nudo artistico Fotografia onirica Marco Rizzo

Nel nuovo mondo

La Fotografia onirica di Marco Rizzo “Ascendere, tendersi verso l’indefinito, allungarsi, abbrancare l’aria. Sono brame che l’uomo custodisce in sé, invischiato nella materia, ancorato alla terra, incatenato alla roccia dell’esistenza. Eppure, è verso l’alto che il suo sguardo punta, ove il cielo si squarcia, ove il grigiore si perde e sfuma”. Vi do ...
Fotografo Nudo artistico Beauty of Venice Marco Rizzo

Nudo artistico

Beauty in a strange Venice Emergiamo dalle profondità degli abissi di “Underwater city” e riempiamo i polmoni e gli occhi con la bellezza di “Beauty in a strange Venice”. Il nudo artistico incontra una Venezia sospesa tra la nebbia, persa nel mistero del nuovo inizio. Una ragazza è la protagonista di questa venezia surreale avvolta dalla nebbia. La visione è opaca, ...
Porto di Venezia Marco Rizzo Giganti di ferro

Giganti di ferro

Ieri riguardando i diversi lavori svolti in questi anni, una serie di foto ha attirato il mio sguardo. La cartella Giganti di ferro mi ha attratto e non sono riuscito a resistere a ripercorrere le emozioni che ho vissuto quasi dieci anni fa.. Sono già passati dieci anni da quando mi è stata data la possibilità di seguire come fotografo ufficiale il Porto di Venezia. Fotografare la vita del ...
best selected Underwater city Marco Rizzo

Paradiso sommerso

Best selected Atlantide Facendo un parallelismo con il mito di Atlantide, così il fotografo Marco Rizzo, in questo paradiso sommerso, utilizza l’escamotage per restituire pace e tranquillità alla sua amata Venezia. L’autore sogna la città lavata dallo sporco, sia morale che fisico, tramite un’ondata di “acqua purificatrice” che la sottragga momentaneamente allo ...