Porto di Venezia

  • Home
  • /Porto di Venezia

Porto di Venezia | Port of Venice

In questi anni che mi hanno visto come fotografo ufficiale del Porto di Venezia, ho avuto la possibilità di “scattare” la vita del porto, in tutte le sue forme e nelle diverse situazioni.

Questa possibilità, offerta all’improvviso, mi ha fatto scoprire un mondo affascinante e incredibile, un organismo timido che allo sguardo del fotografo si apre a poco a poco e mai interamente. Dico questo perché, dopo quasi 30.000 scatti, credo di non aver ancora capito a fondo il porto e le sue mille sfumature e colori.

Si, il porto è saturo di colori. Perché, allora, mi direte una mostra in bianco e nero? Ho scelto il bianco e nero perché credo di aver ancora molto da capire degli spazi che ho ritratto, penso che aggiungere il colore sia dare un giudizio in più.

Alcuni fotografi, io incluso, credono fermamente che il mondo sia in bianco e nero; è la luce che illumina i luoghi e che conferisce il colore agli stessi.

Perciò ho deciso di fornire il disegno e lascio a voi la tavolozza per riempire con i vostri sogni e le vostre emozioni questi luoghi magici che hanno dato e daranno lavoro, speranza e gioia a molte persone.

Le foto che amo di più sono quelle notturne, è in quei momenti, quando l’attività del porto è rallentata, che ho modo di ascoltare la voce del luogo che mi circonda; il lieve rollio delle navi attraccate in banchina, l’oscillare delle benne al vento, gru e navi immense che ti sovrastano.

È stato in quei momenti, nell’attesa che la fotografia bloccasse lo spirito che aleggiava nell’aria, che mi sentivo circondato da giganti di ferro. Porto di Venezia: I giganti di Venezia.

 

I’m the official photographer of Port of Venice. During this period, I had the opportunity to catch the harbor life in all its shapes and situations.

I have suddenly been offered a chance of discovering a wonderful and unbelievable world, a shy organism which let itself unfold to photographer’s glance slowly; after 30,000 shots I don’t think I have completely understood the harbor and its uncountable colors and shades.

Colors, of course. The harbor is saturated with colors. Now, why a black-and-white exposition? I chose the black-and-white because I believe I have more to get from the places I display; maybe, adding colors is like to judge too much.

Some photographers strongly believe the world is made of black and white, as I do; the light is what gives colors to the places, so I decided to give the picture and leave the palette to you, to fill these magic spaces with your dreams and emotions, those places that gave and will give work, hope and happiness to lots of people.

The shots I like the most are those taken during the night; that is the moment, when the harbor activity has slowed down, when you can hear the voice of the place that surrounds you; docked ships swinging gently, buckets waving through the sea-wind, chains, cranes, huge boats dominating you.

Waiting for this long exposition freezing the fluttering spirit, I feel myself enclosed by iron giants. Port of Venice: The giants of Venice.

www.port.venice.it

Porto di Venezia

Condividi | Share